Benvenuto! Richiedi subito la Tua Fidelity Card!
Non ci sono prodotti nel carrello
Prodotti
CAPPELLETTI
13.65 €
GNOCCHI
8.75 €
CAVATELLI
3.50 €
QUADRETTI
7.20 €
Preparare cappellacci di zucca e cappelletti, meglio mattarello o macchina stendi pasta?
Preparare cappellacci di zucca e cappelletti, meglio mattarello o macchina stendi pasta?

È risaputo che noi italiani siamo amanti della pasta, è da sempre nella nostra tradizione. In Emilia-Romagna poi, il culto della pasta fresca stirata a mano è conservato e tramandato di generazione in generazione dalle nonne, da secoli. 

 

Chi non ha mai visto la propria nonna preparare cappellacci di zucca e cappelletti da portare a tavola durante i pranzi Natalizi in famiglia? Basta pensarci per avere l’acquolina.

 

L’impasto della pasta fresca è un connubio perfetto di farina e uovo dosati con consapevolezza. Permette di realizzare pasta di ogni genere, ripiena e non, di quel caratteristico colore dorato che la distingue in tutto il mondo.

 

Richiede una maestria particolare, oltre nel dosare gli ingredienti, anche nel saper tirare e lavorare l’impasto. C’è chi lo stende a mattarello e chi invece preferisce la macchina. Ma qual è lo strumento migliore da usare? Quali sono le differenze fra i due metodi di lavoro?

 

Tradizione e calore della nonna o praticità e precisione degli strumenti moderni? 

 

Che sia tirata a macchina o che sia tirata a mattarello, la pasta fresca è sempre ottima. Ma esistono delle differenze significative fra l’uso di uno strumento piuttosto che dell’altro.

 

Tutto sta nel risultato che volete ottenere.

 

Una delle differenze principali fra l’uso della macchina e del mattarello è la quantità d’impasto che si riesce a lavorare. Il mattarello richiede molto sforzo fisico e impegno di tempo, non richiesti dall’utilizzo della macchina. Per questo, se per un pranzo in famiglia dovete realizzare una grande quantità di cappellacci di zucca, di cappelletti o di ravioli ad esempio, sarà meglio utilizzare una macchina stendi pasta. Richiederà molto meno sforzo fisico e risparmierete anche del tempo nella realizzazione.

 

Ma le differenze fra mattarello e macchina non si fermano qui!

 

I vantaggi di utilizzare la macchina stendi pasta

 

Utilizzare la macchina per stendere la sfoglia consente numerosi vantaggi, fra i quali vi sono:

 

  • Semplicità di lavorazione. La macchina per pasta, soprattutto se elettrica, permette di lavorare l’impasto in maniera davvero semplice e rapida. Basterà iniziare a stendere l’impasto per gradi, stringendo i rulli scatto dopo scatto, evitando così di rovinare la sfoglia rischiando di strapparla e danneggiarla. 

  • Quantità di pasta lavorabile. Come abbiamo detto, essendo molto rapida da utilizzare e richiedendo pochissimo sforzo fisico, con la macchina è possibile realizzare una quantità maggiore di pasta rispetto al mattarello. 

  • Stirare la pasta al giusto spessore. Ogni tipologia di pasta richiede uno spessore particolare dell’impasto che dipende dal tipo di condimento, dalla cottura e dal ripieno. Saperla lavorare al giusto spessore con il mattarello è una vera e propria arte, richiede esperienza ed abilità, mentre tramite la macchina stendere l’impasto è molto più facile e rapido, basta fermarsi allo scatto dei rulli necessario e ottenere così lo spessore che si desidera. Uno strato più sottile per le paste ripiene come ravioli, cappellacci di zucca e tortellini e uno più spesso per tagliatelle, tagliolini o fettuccine. 

  • Semplifica la realizzazione di particolari tipologie di pasta. Sono tanti gli accessori legati alla macchina stendi pasta. Fra i più interessanti vi sono gli stampi con i quali realizzare ad esempio paste ripiene come i ravioli. Utilizzarli è semplicissimo. Basta adagiare la pasta sullo stampo, mettere il ripieno e ricoprire con un secondo strato, sarà poi lo stampo stesso a chiudere e dare la forma alla vostra pasta. 

 

La sfoglia stesa a macchina non è però come quella stesa a mano con il mattarello in legno. L’impasto steso a mattarello richiede un’operazione molto più complicata, è vero, ma il risultato finale è molto differente. La porosità del legno, infatti,rende la pasta più ruvida,permettendo così al condimento di essere maggiormente assorbito dall’impasto, regalando maggiore sapore e gusto al piatto. I cappellacci di zucca realizzati a mattarello e conditi con ragù, tratterranno molto più il sugo rispetto a cappellacci realizzati a macchina. 

 

Stendere la pasta a mattarello

 

La pasta fresca fatta al mattarello esalta il palato. Come abbiamo detto, accoglie i condimenti assorbendoli maggiormente e regala al palato un effetto totalmente diverso, per via della ruvidità, della consistenza e del sapore finale del piatto. 

 

L’utilizzo del mattarello richiede maggiore maestria, necessaria per evitare di rompere la sfoglia, e anche maggiore sforzo fisico, ma assicura un risultato finale molto più rustico e saporito, unico e personale. In più, realizzare la sfoglia con le proprie mani, permette di osservare il frutto del proprio lavoro e rimanerne maggiormente soddisfatti. 

 

In sostanza la scelta fra l’utilizzo del mattarello o della macchina è personale e dettata dalle proprie esigenze. Tutti e due portano con se vantaggi e svantaggi. Una buona soluzione potrebbe essere quella di stendere inizialmente la pasta a macchina e poi finire con il mattarello. In questo modo si risparmia tempo e sforzo fisico senza rinunciare alla porosità della pasta ottenuta con il mattarello in legno. 

 

Il Tortellino Ferrarese realizza pasta fresca di ogni tipo, come cappelletti, cappellacci di zucca, tagliolini, gnocchi, e tanto altro preparati freschi ogni giorno. Venite a provarla nel nostro negozio o acquistatela direttamente online dal nostro sito, la spediamo anche a casa! Cosa aspetti, corri a provarla!